Rolling Stone. Aprile 2009. Reviews Cutura.

Massimo Avenali (a cura di). E Morirono tutti felici e contenti – di Matteo Bianchi

Dall’Abruzzo arriva una nuova casa editrice, si chiama Neo ed esordisce con un’antologia dal titolo provocatorio e dal sottotitolo esplicito: Fiabe non più fiabe. Il progetto è interessante: chiedere a 18 giovani autori di riscrivere altrettante favole classiche con sguardo contemporaneo.

I risultati sono altalenanti: non basta inserire riferimenti a Facebook o utilizzare un linguaggio scurrile per rendere giovani gli antichi miti. Ci sono però fortunatamente alcune trasposizioni che presentano invece geniali intuizioni di ordine sociale: come i sette nani operai della ThyssenKrupp, la bella addormentata paziente di un’infermiera slava o Pollicino, un muratore in nero che ha perduto tutte le dita di una mano tranne una (il pollice, appunto). E la fiaba acquista un corrosivo senso tutto attuale.

Comments are closed.