LA MADRE DI EVA recensito su Robinson di Repubblica

Tutto su mia madre – di Ilaria Zaffino

“Le madri sbagliano sempre. Io evidentemente di più”. Una madre parla alla figlia dietro la porta di una sala operatoria. Eva ha diciotto anni e come regalo ha chiesto di sottoporsi all’intervento che la renderà come da sempre si sente, cioè uomo.

Sua madre, in un lungo monologo che è un atto di accusa potente contro se stessa, per non aver capito la “tempesta” che stava per abbattersi sulla sua famiglia, riavvolge il nastro e ripercorre, in modo a tratti feroce, tutta la loro vita, da prima che Eva nascesse sino al momento un cui, in una clinica “in capo al mondo”, ha inizio “il ballo della trasformazione”.

Con un linguaggio diretto, Silvia Ferreri si interroga su un tema attualissimo e ci consegna un romanzo che è anche un inno alla maternità.

Comments are closed.