Linea editoriale

CERCHIAMO OPERE VISCERALI, AMORALI, IRRIVERENTI, DISSACRANTI, CONSAPEVOLI, CORAGGIOSE

Puntiamo a raccogliere un ventaglio di idee provocatorio e caoticamente organico capace di approdare ad un’offerta editoriale che incarni il marasma universale.

Predisposti verso il laicismo dispotico, il cattolicesimo morboso e tutti i fautori del nichilismo ecumenico, amiamo incondizionatamente chi è in grado di fare del disincanto contemporaneo un’arte dalle accezioni poetiche.

Alla violenza ostentata, gratuita, conclamata preferiamo quella concettuale, meditata, intimistica.

Apprezziamo il coraggio, la volontà di mettersi in gioco totalmente e auspichiamo una letteratura priva di dettami e condizionamenti, di ipocrisie e riverenze, di tradizionalismi e prudenza. Accettiamo anche umorismo puro, sesso estremo, non solo etero, e ogni delirio di onniscienza.

Nonostante i nostri gusti siano piuttosto forti, manteniamo una certa predilezione per la buona scrittura. Cerchiamo, quindi, autori capaci di sperimentare, di non porsi limiti, di scardinare ogni regola imposta dominando, però, sempre e comunque, lo strumento narrativo.

Ci piace ogni estremo a patto che abbia piena coscienza di sé.

La Neo propone e si propone testi caustici, sarcastici, turbativi, ironici, concettualmente forti e scomodi, deliranti nel contenuto ma non nella forma, capaci di insinuarsi nell’epidermide della cultura e della società attraverso sguardi inattesi, poco considerati.

I nostri autori non devono aver paura di osare. Questo è il solo punto insindacabile. Per il resto, potete inviarci di tutto: romanzi, raccolte di racconti, saggi, poesie, fumetti. Tutto ciò che, a vostro giudizio, si discosti di una spanna almeno dalla cautela del panorama editoriale italiano.



Un commento



  1. Alessandro Turati - Le 13 cose | ConAltriMezzi il

    […] andato a trovare al Salone del Libro. Giusto per saperne di più sul loro catalogo e sulla loro linea editoriale, mi sono fatto consigliare qualcosa da una simpatica e gentilissima ragazza dello stand e alla fine […]