Valeria Parrella recensisce “Il sale” su Grazia.

27 settembre, 2013

(C’è chi non ha un passato e chi si mette sulle sue tracce. Una storia sul filo del tempo). Una madre – di Valeria Parrella

È la prima opera tradotta in italiano dell’autore, premiato nel 2006 come miglior giovane scrittore di Francia. Narra la delicatissima vicenda di Louise, una signora non più giovane, vedova di Armand, con tre figli grandi: Jonas, Albin e Fanny.

Un giorno Luoise decide di invitare i tre a cena, per ricreare l’atmosfera di famiglia.

Louise fa la spesa, cucina, rassetta tutto. A mano a mano che si avvicina il momento del ritorno, le stanze si popolano di immagini antiche, facce di bimbetti che rientrano da scuola, frasi e risate che echeggiano dal cortile…

Bellissimo.