Rockerilla. Nov/Dic 2009.

26 novembre, 2009

JUDITH THOMPSON Palace of the end. NEO. Edizioni – di Enzo Rammairone

Palace of the End è una una lettura dura, che colpisce come uno schiaffo in pieno viso. Perché tutto ciò che accade nel libro ha una vita, un legame con la realtà storica.
I personaggi che Judith Thompson fa parlare e soprattutto agire, esistono nella realtà barbarica del conflitto iracheno. Tre monologhi per il teatro che hanno come protagonisti tre personaggi entrati nelle case di tutto il mondo attraverso immagini crude e violente. La soldatessa che sevizia i prigionieri del carcere. Un biologo inglese che deve dimostrare le prove dell’esistenza di armi di distruzioni di massa. E infine un’attivista irachena. La scrittrice canadese è docente di Teatro e Arte Drammatica presso l’Università di Guelph, in Ontario e la sua opera ad oggi è sconosciuta in Italia.
Un libro prezioso che rende giustizia a questa grandissima artista.